Avvertenza/Notice

Le traduzioni qui sono fatte usando il traduttore automatico DeepL: prendetele quindi come un semplice assaggio.

Oltre a possibili errori, mancano le immagini, i link interni e la formattazione.

Per ogni articolo, troverete un link sia all’originale, che a una copia salvata su Archive.org.

All translations done using the machine translator DeepL: think of them as just a tasting.

Besides possible mistakes, the images, links and format are missing.

For each article, we have put up a link both to the original and to a copy saved on Archive.org.

Contacts udra swirly little thing pm dot me

Contatti udra cosinobuffochegira pm punto me

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Come si spacca il mondo

Come attorno a un conflitto simbolico - che riguarda l'obbligo o meno di indossare mascherine - si innestano conflitti molto più profondi.
Uno splendido esempio di giornalismo anglosassone, empatico, non retorico, che fa riflettere.

Articolo originale: https://www.nytimes.com/2021/12/26/us/oklahoma-masks.html

Su Archive.org: https://web.archive.org/web/20211226150529/https://www.nytimes.com/2021/12/26/us/oklahoma-masks.html


U.S.|Prima hanno combattuto sulle maschere. Poi per l’anima della città.
Prima hanno combattuto per le maschere. Poi per l’anima della città.


Sabrina Tavernise

26 dicembre 2021

ENID, Okla. – In una calda notte di luglio, la prima estate della pandemia, Jonathan Waddell, un commissario comunale di Enid, Okla. sedeva a fissare un pubblico chiassoso vestito di rosso. Erano nella terza ora di commenti pubblici su un mandato proposto maschera, e il signor Waddell, un sergente dell’Air Force in pensione che ha sostenuto, si sentiva sempre più a disagio.

Aveva notato che c’era qualcosa di diverso quando è arrivato con il suo camion. Il parcheggio era pieno, e le persone vestite di rosso uscivano dalle loro auto salutandosi l’un l’altro, assomigliando un po’ ai giocatori di una squadra sportiva. Quando iniziò la riunione, si rese conto che si opponevano al mandato. Erano quasi tutti nella stanza.

La riunione era diversa da qualsiasi altra a cui avesse mai partecipato. Una donna ha pianto e ha detto che indossare una maschera la faceva sentire come quando fu violentata a 17 anni. Un altro ha letto il Padre Nostro e ha detto che la parola “ordine del giorno” in cima al programma della riunione sembrava sospetta. Un uomo ha citato Patrick Henry e ha distribuito copie della Costituzione.

“La linea è stata tracciata, gente”, ha detto un uomo in jeans e maglietta rossa. Ha detto che le persone nel pubblico “sono state sgridate negli ultimi 20 anni, e sono finalmente qui per tracciare una linea, e penso che stiano dicendo, ‘Ne abbiamo avuto abbastanza’”.

Alla fine della serata, il mandato della maschera è fallito, e il pubblico è esploso in applausi. Ma per il signor Waddell, che aveva trascorso sette anni facendo di Enid la sua casa, era solo l’inizio. Ricorda di aver guidato fino a casa e di aver guardato i suoi specchietti per assicurarsi che nessuno lo stesse seguendo. Chiamò suo padre, un ex ufficiale di polizia, e gli raccontò quello che era successo. Disse che la gente parlava di maschere, ma che sembrava qualcos’altro. Cosa, esattamente, non lo sapeva.

“Ho detto, ‘Questo è onestamente solo pazzo, papà, e non sono sicuro di dove va da qui'”.
Come le tensioni sono aumentate alle riunioni del Consiglio Comunale, Jonathan Waddell, un commissario della città, si è sentito sempre più ostracizzato nella sua comunità.Come le tensioni sono aumentate alle riunioni del Consiglio Comunale, Jonathan Waddell, un commissario della città, si è sentito sempre più ostracizzato nella sua comunità.Credit…September Dawn Bottoms per il New York Times

Nell’anno e mezzo che è seguito, discussioni feroci come questa hanno giocato fuori in paesi e città in tutto il paese.

Dalle serrate alle maschere ai vaccini ai programmi scolastici, i conflitti in America continuano a crescere e a trasformarsi, anche senza Donald Trump, il leader che ha prosperato nell’incoraggiarli, alla Casa Bianca. Ma le lotte non riguardano semplicemente le maschere o le scuole o i vaccini. Sono, in molti modi, tutti collegati come parte di una frattura più profonda – una che ora riguarda le domande più fondamentali che una società può porsi: Cosa significa essere un americano? Chi è al comando? E quale versione del paese prevarrà?

Gli scienziati sociali che studiano il conflitto dicono che l’unico modo per capirlo – e per cominciare a uscirne – è guardare alle potenti correnti di emozioni umane che sono i veri motori. Essi includono la paura di non appartenere, il pungiglione dell’umiliazione, un senso di minaccia – reale o percepita – e la forte attrazione del comportamento di gruppo.

Alcuni di questi sentimenti stavano già attraversando la società americana, innescati dal rapido cambiamento culturale, tecnologico, demografico ed economico. Poi è arrivata la pandemia, facendo sprofondare gli americani nell’incertezza e nella solitudine, un’emozione che gli scienziati hanno scoperto che induce le persone a vedere il pericolo dove non c’è.

Aggiungete a tutto questo dei leader che alimentano il conflitto, e i disaccordi sulle cose più semplici possono diventare quasi settari.

Eran Halperin, uno psicologo sociale dell’Università Ebraica di Gerusalemme in Israele che studia le emozioni nei conflitti, ha detto che le persone in lotte intrattabili spesso non ricordano come sono iniziate ma che sono perpetuate da un senso di minaccia di gruppo. Il proprio gruppo – per esempio, americano o cristiano – è un’estensione di se stessi, e le persone possono diventare molto sulla difensiva quando esso – o il suo status in una gerarchia – cambia.

“Se la mia identità americana è una parte importante di chi sono, e improvvisamente c’è una seria minaccia a questo, in qualche modo significa che non so più chi sono”, ha detto. “È un attacco al nucleo stesso di come mi vedo, di come mi capisco”.
Enid, circa 85 miglia a nord di Oklahoma City, ha visto un drammatico aumento della diversità razziale negli ultimi anni.

Il professor Halperin ha detto di essere stato sorpreso nel vedere che le emozioni che hanno alimentato il conflitto in America erano altrettanto intense di quelle che vede tra israeliani e palestinesi. Questo perché negli Stati Uniti, a differenza di Israele, entrambe le parti avevano aspettative relativamente alte l’una sull’altra, ha detto, portando a un forte shock quando “coloro che erano parte di noi, improvvisamente fanno qualcosa di così contrario ai nostri valori”.

A Enid, entrambe le parti nel dibattito sulla maschera credevano di stare in piedi per ciò che era giusto. Entrambi tenevano profondamente alla loro città – e al loro paese – e credevano che, a modo loro, stavano lavorando per salvarlo. E tutto è iniziato come una discussione su un semplice pezzo di stoffa.
La nascita dei combattenti per la libertà

Una delle prime a parlare alla riunione del Consiglio Comunale quella sera di luglio fu Melissa Crabtree, una madre che studia a casa e che possiede un’azienda che vende oli essenziali e prodotti per la pulizia. La signora Crabtree era nuova a Enid – si era trasferita due anni prima dal Texas – ma anche alla politica, attirata dalla pandemia. Quando gli stati hanno promulgato regole radicali come chiusure, maschere e chiusure di scuole per combattere la diffusione della malattia, lei era scettica.

Più faceva ricerche online, più sembrava che ci fosse qualcosa di più grande. Ha detto che è arrivata alla conclusione che il governo stava ingannando gli americani. A beneficio di chi non poteva dirlo. Forse le compagnie farmaceutiche. Forse i politici. Qualunque sia il caso, le faceva sentire come se le persone in carica vedessero lei – e l’intero paese di persone come lei – come facili da sfruttare.

“Non mi piace essere presa in giro”, ha detto la signora Crabtree, che lavora anche come assistente di un autore e oratore cristiano. “E mi sentivo come se loro contassero su di noi – noi che siamo la popolazione in generale – per essere lo sciocco”.
Melissa Crabtree ha fondato gli Enid Freedom Fighters per radunare le persone della sua comunità che condividono il suo credo.Melissa Crabtree ha fondato gli Enid Freedom Fighters per radunare le persone della sua comunità che condividono il suo credo.Credit…September Dawn Bottoms for The New York Times

Sentiva il disprezzo irradiarsi dall’altra parte, la sensazione che coloro che non erano d’accordo con lei si sentissero superiori e volessero umiliarla. Ha detto che è stata presa alla sprovvista da come la gente la ridicolizzava su un gruppo pro-maschera su Facebook. Ha detto che ricorda che una persona ha scritto che sperava che lei prendesse il Covid e morisse.

“Ho dovuto smettere di entrare in quel gruppo”, ha detto. “Perché le persone scelgono di far vergognare gli altri, non lo so”. Ma ha detto di aver pensato che la paura deve essere alla base di tutto.

La signora Crabtree è cresciuta in una famiglia molto devota, con genitori che si sono incontrati ad una conferenza del Campus Crusade for Christ. L’intera famiglia era attiva nella loro fede, facendo volontariato nelle loro chiese, andando in missione, tenendo studi biblici nella loro casa. Suo padre ha servito nell’aeronautica militare e si sono spostati spesso. Da bambina ha vissuto in Germania, Colorado, Sud Dakota, Ohio, Alaska e Maryland.

Ha accettato Gesù in un club biblico nel cortile di casa quando aveva 4 anni e non ha mai messo in discussione la sua fede, nonostante le difficoltà della vita, comprese le lotte per la salute mentale di un membro della famiglia e anni di infertilità. La sua esperienza più traumatica – essere investita da un’auto nel suo vialetto da bambina – ha rafforzato la sua fede. L’unica traccia rimasta – il suo occhio sinistro non lacrima quando piange – è un ricordo, ha detto, di come Dio l’ha risparmiata in quel giorno d’inverno.

“Sapevo che il Signore aveva uno scopo per noi e che era quello di seguirlo, glorificarlo e obbedirgli”, ha detto. “Non l’ho davvero messo in dubbio. Non sentivo il bisogno di esplorare tutto questo mondo intorno a me”.

Ma ora, a 45 anni, ha detto che crede che gli americani in generale, e i cristiani in particolare, hanno lasciato troppa parte della gestione del paese a una classe dirigente che ha approfittato del potere. Incolpa la generazione dei suoi genitori di “non parlare di religione o di politica”, una posizione che, secondo lei, ha portato a una perdita di influenza.

Questo la fa sentire inquieta, perché l’America sta cambiando. Il genere è confuso in modi che lei ha detto di credere che Dio non abbia voluto. Ha detto che un uomo nella sua chiesa viene alle funzioni domenicali vestito da donna. Quando stava facendo shopping quest’autunno, un cassiere di T.J. Maxx che l’ha controllata sembrava un uomo ma, secondo lei, aveva modi femminili.

“Volevo scuoterlo e dirgli: ‘Puoi essere l’uomo che sei! “Va bene usare la tua voce forte”.
Melissa Crabtree alle prove del coro alla Enid Symphony Orchestra hall.Melissa Crabtree alle prove del coro alla Enid Symphony Orchestra hall.Credit…September Dawn Bottoms for The New York Times

Lei fa studiare i suoi figli a casa, in parte per evitare questi spostamenti. Ma il problema più grande, come lei vede, è che la cultura più ampia sembra applaudire. Non è solo la sessualità. Ci sono anche altre questioni. Per esempio, quello che lei vede come la preoccupazione della sinistra per la razza e il suo racconto della storia.

“Perché all’improvviso stiamo insegnando ai nostri bambini di 5 anni ad essere divisi per colore?”, ha detto. “Non gli interessa il colore della tua pelle finché non gli dici che il nonno di quel bambino di 5 anni era cattivo 200 anni fa”.

Anche i dati demografici stanno cambiando. Un numero crescente di ispanici e di asiatici delle isole Marshall chiamano Enid a casa. La contea di Garfield, di cui Enid è la sede, era del 94% bianca nel 1980. L’anno scorso, quella cifra era circa il 68%. La contea ha sperimentato uno dei più grandi aumenti nella diversità razziale del paese negli ultimi dieci anni, i dati del censimento del 2020 mostrano.

Insegnanti e amministratori nel sistema scolastico di Enid hanno lavorato duramente per integrare il crescente numero di bambini immigrati. Ma tutti gli altri intervistati a Enid, compresa la signora Crabtree, che è bianca, hanno espresso sorpresa quando hanno detto della portata di questo cambiamento. Gli immigrati tendono a vivere in certe parti della città e a lavorare in certi posti, come nella fabbrica di carne, e non hanno ancora posizioni di potere di alto profilo.

Tuttavia, poteva sentire che il cambiamento in generale stava accelerando, e questo la faceva sentire come se stesse perdendo il suo paese, come se stesse diventando qualcosa che non riconosceva.

“Penso veramente che quello che stiamo facendo sta facendo a pezzi la nostra repubblica”, ha detto.

Così, quando l’anno scorso ha sentito parlare della proposta di mandato per le maschere al coperto nella sua città, ha fatto un salto per essere coinvolta. Ha scoperto che le piaceva riunire le persone, persone di cui condivideva il pensiero. Era bello imparare insieme, e appartenere a questo gruppo che stava costruendo con uno scopo urgente. Alla fine ha creato una pagina Facebook chiamata Enid Freedom Fighters.
Gli Enid Freedom Fighters chiedevano alla gente di venire alle riunioni del Consiglio Comunale vestiti di rosso per mostrare che erano contro una proposta di mandato per le maschere. Gli Enid Freedom Fighters hanno chiesto alla gente di venire alle riunioni del Consiglio Comunale vestiti di rosso per mostrare che erano contro la proposta di mandato per le maschere.

“‘Come posso iscrivermi per parlare?'” ha detto, facendo un esempio delle domande che la gente faceva. “‘Non lo so. Devo scoprirlo e tornare da te”. Quanto tempo possiamo parlare?’ ‘Non lo so. Lo scoprirò”. Non sapevo nulla di tutto questo. Ma sono disposto ad imparare”.

Ha detto alla gente di venire all’incontro e di indossare magliette rosse per potersi riconoscere l’un l’altro.

E nel luglio 2020, quando è entrata nella riunione del Consiglio Comunale, indossando un vestito rosso e un maglione rosso, e ha visto gli altri, si è sentita nervosa, ma anche eccitata.

“Ho solo pensato, OK, non siamo soli”, ha detto. “Vale la pena farlo. Ci sono più persone come me che si preoccupano così tanto”.

Il mandato è fallito. Potevano dire che le loro voci erano importanti.
Ostracizzato dalla comunità

Il signor Waddell ha votato per il mandato della maschera, e la reazione è stata immediata. La domenica seguente, le persone con cui aveva pregato per anni lo evitarono in chiesa. Gli accompagnatori, una coppia di anziani che conosceva bene, guardavano dall’altra parte quando lui passava. Diverse persone hanno lasciato del tutto la chiesa a causa della sua associazione con essa, ha detto.

Il signor Waddell ascoltava i critici del mandato, ma la loro posizione lo lasciava perplesso. L’idea del sacrificio individuale per un bene più grande era radicata dagli anni nell’esercito. È cresciuto nello Stato di Washington, il figlio più giovane di funzionari pubblici neri che hanno lasciato il profondo sud negli anni ’70. Anche lui è entrato nel servizio pubblico, entrando nell’Air Force dopo un anno di college. Quando è andato in pensione sette anni fa, era in una base vicino a Enid, e lui e sua moglie hanno deciso di stabilirsi in città con i loro quattro figli.

Sapeva che Enid era conservatrice. La contea di Garfield ha votato per il candidato repubblicano in ogni elezione presidenziale dal 1940. Ma anche lui si considerava conservatore. È un indipendente registrato che crede nel diritto di portare armi e nella responsabilità fiscale. E comunque la politica nazionale non era importante per lui. Buone scuole e bassi prezzi degli alloggi erano ciò che gli interessava.
Jonathan Waddell e la sua famiglia si sono trasferiti a Enid sette anni fa, ma le recenti lotte li hanno portati a considerare il trasferimento.

Così il signor Waddell e la sua famiglia si sono impegnati a fare di Enid la loro casa. Il signor Waddell ha fatto il volontario come pastore associato nella sua chiesa. Ha vinto un posto nel Consiglio Comunale e ha iniziato a cercare finanziamenti per i programmi giovanili. Come nuovo membro, portò gli elettori fuori a pranzo e ascoltò i loro problemi. Se questa sarebbe stata la sua casa, voleva farne parte ed essere utile alle persone che ci vivevano.

Ma con il passare dei mesi, nessuna delle persone a cui aveva offerto il pranzo, o che aveva aiutato a ottenere finanziamenti per le loro organizzazioni, si alzò per lui. Un ex membro dell’esercito, che considerava un amico, si unì addirittura agli Enid Freedom Fighters. Gli sembrava di vivere in una città che non lo riconosceva più.

L’attenzione che riceveva era a volte minacciosa. Sua figlia, che all’epoca aveva 7 anni, fu presa di mira a scuola a causa della sua posizione. La sicurezza militare nella base dove il signor Waddell ora lavora come civile che gestisce le operazioni IT lo ha preso da parte per dirgli delle minacce contro di lui, anche se ha notato che non pensava che avrebbero agito. Ha iniziato a controllare una telecamera di sicurezza a casa sua attraverso un’applicazione sul suo telefono.

“C’è solo questo vetriolo in questo posto che abbiamo scelto”, ha detto il signor Waddell, che ha 41 anni. “Siamo ostracizzati dalla comunità che abbiamo scelto. È una specie di sensazione surreale”.

Il commissario della città che ha introdotto il mandato della maschera, Ben Ezzell, un avvocato e artista, ha ricevuto velati avvertimenti anche – per lo più via e-mail e Facebook. Qualcuno ha gettato spazzatura sul suo prato. In una riunione del consiglio comunale, un uomo ha gridato che sapeva dove il signor Ezzell viveva. Un’altra riunione è diventata così tesa che gli ufficiali di polizia hanno insistito per scortarlo alla sua auto.

Ma il signor Ezzell, che ha 35 anni, non aveva finito di discutere per il mandato. Quando l’estate si è trasformata in autunno, e i casi di Covid hanno cominciato ad aumentare, sembrava la cosa più logica da fare. Così ha continuato a parlarne nelle riunioni, spingendo la signora Crabtree e i combattenti per la libertà a iniziare il processo per cercare di richiamarlo per fermarlo. Lei lo ha anche accusato di agire in modo irrispettoso, per esempio, usando bestemmie e scarabocchiando durante i discorsi delle persone. (Ha detto di aver disegnato dei lemming che camminavano giù dalle scogliere per mantenere la calma, in particolare quando le sessioni di commento dei residenti emotivi andavano avanti per ore).

Un importante sostenitore dello sforzo di richiamo è stato il pastore della signora Crabtree, Wade Burleson, la cui chiesa, Emmanuel Enid, è la più grande della città. Enid ha una consistente classe medio-alta, con grandi case e una comunità recintata vicino a un country club e un campo da golf, e molte di queste famiglie fanno parte della congregazione della chiesa, che conta 3.000 persone.
Wade Burleson ha parlato contro i mandati di vaccino e maschera, avvertendo che sarebbero passi verso il controllo totale del governo.

Il signor Burleson, 59 anni, è stato per due mandati presidente dei Battisti del Sud dell’Oklahoma, la più grande denominazione evangelica dello stato. Era considerato un moderato nella tradizione battista del sud, chiedendo maggiori ruoli di leadership per le donne e parlando per le vittime di abusi sessuali, tra cui la richiesta ai leader della chiesa di creare un database per rintracciare i predatori, una posizione impopolare.

Ma nei primi mesi della pandemia, ha iniziato a parlare contro i mandati delle maschere. Ha promosso il lavoro del dottor Vladimir Zelenko, un medico di origine ucraina diventato una star dei media di destra, che sosteneva di avere un nuovo trattamento per il coronavirus. Il signor Burleson ha usato un linguaggio apocalittico, invocando i medici nazisti come spettro di dove i mandati per maschere e vaccini potrebbero finire. I mandati, sostiene, sono i primi passi verso il completo controllo del governo, e si sente chiamato ad avvertire la gente.
Vincere è stato bello

Il Consiglio Comunale ha finalmente approvato una regola sulle maschere nel dicembre 2020. Mr. Ezzell ha detto che era senza denti ma meglio di niente, così ha votato per esso. E mentre lo sforzo di richiamo contro di lui alla fine fallì, i Freedom Fighters, ora eccitati, avevano piani più grandi.

A febbraio, hanno spazzato le elezioni locali, vincendo tre seggi nel Consiglio Comunale – incluso quello del signor Waddell e del signor Ezzell. Vincere era una bella sensazione e loro continuavano. Nel corso di quest’anno, attraverso una serie di elezioni, nomine e voti del consiglio comunale, hanno aiutato a ottenere quattro candidati nel consiglio scolastico e altri quattro nel consiglio della biblioteca, ha detto la signora Crabtree, quest’ultimo dopo un disaccordo su un’esposizione di libri L.G.B.T.Q. per il mese dell’orgoglio.

“Le camicie rosse hanno assunto il controllo effettivo della maggior parte degli enti pubblici di Enid”, ha detto il signor Ezzell questo mese. Ha stimato che coloro che si preoccupavano abbastanza del mandato della maschera per presentarsi ad un incontro pubblico per parlare contro di esso erano una piccola minoranza dei 50.000 abitanti della città. Ma hanno avuto un effetto fuori misura sui membri moderati del Consiglio, perché in questo momento di difensività e minaccia, andare contro i membri della propria tribù è estremamente difficile.
Ben Ezzell ha sostenuto un mandato per le maschere della città. Quelli che si sono opposti hanno cercato di richiamarlo per impedirgli di portarlo su.Ben Ezzell ha sostenuto un mandato per le maschere della città. Coloro che si sono opposti hanno cercato di richiamarlo per impedirgli di portarlo su.Credit…September Dawn Bottoms per il New York Times

I nuovi commissari comunali includono Keith Siragusa, 53 anni, un ex ufficiale di polizia di New York City, che ha lavorato per anni nella polizia di Enid e ora lavora come istruttore di equitazione terapeutica per bambini disabili e con problemi, e Whitney Roberts, una fotografa originaria della California che possiede un negozio a Enid.

La signora Roberts, che ha 34 anni, ha detto che quando è uscita come sostenitrice di Trump su Facebook nel 2016, “ho avuto un sacco di amici che mi hanno cancellato, senza dire nulla”, un comportamento che, secondo lei, le ha detto che pensavano di essere migliori di lei, che non valeva la pena preoccuparsi di lei. Mr. Ezzell le ha ricordato questo, ha detto, scarabocchiando invece di ascoltare le persone, “non riconoscendo nemmeno che sono lì”.

Mr. Ezzell, da parte sua, ha detto che dopo ore di accesi discorsi – molti dei quali rivolti a lui e che strombazzavano cose non vere – non pensava che “il dovere di piegarsi a quel tipo di vetriolo è indefinito”.

La signora Roberts ha detto che i nuovi commissari cittadini sono per lo più d’accordo sulle cose, e che l’attenzione è tornata agli affari del governo locale – riparare le buche e continuare il lavoro su una grande conduttura dell’acqua.

Ha detto che il Consiglio non ha speso molto tempo su Covid, ma con i tassi di nuovi casi e di ricoveri meno della metà di quello che erano alla fine del 2020, non è stata una questione scottante. Ha detto di non aver ricevuto una singola e-mail su Covid da un elettore da quando ha iniziato.

Il consiglio comunale di Enid può non essere più un palcoscenico per la politica nazionale, ma il signor Burleson ha continuato a portare la politica nazionale a Enid. Una domenica dello scorso agosto, si è seduto nella sua chiesa con Charlie Kirk, l’oratore di destra, che durante la pandemia ha visitato le chiese di tutto il paese invitando la gente a farsi coinvolgere nella politica.
I fedeli della chiesa di Emmanuel Enid il mese scorso.I fedeli della chiesa di Emmanuel Enid il mese scorso.Credit…Settembre Dawn Bottoms per il New York Times

“Kirk ha detto in un discorso serale all’Emmanuel Enid, riferendosi a una non specificata “élite metropolitana” e ai leader del governo, compresi i repubblicani. “Vi chiamano la gente del Walmart puzzolente. Lo fanno. Dovreste sentire il modo in cui i vostri leader parlano di voi. Vi disprezzano. Vogliono cercare di trasformare l’Oklahoma in niente più che una colonia produttiva per il resto del paese”.
La gente si sta svegliando

Alla fine, entrambe le parti erano d’accordo su una cosa: la lotta non era davvero finita con le maschere.

Il signor Waddell pensava che avesse a che fare con la paura. Ha detto che l’America è in un momento in cui le persone che hanno gestito le cose fin dall’inizio – per lo più bianchi, per lo più cristiani, per lo più uomini – stanno ora dovendo condividere il controllo. La loro storia sull’America viene messa in discussione. Nuove versioni stanno diventando mainstream, e questo, secondo lui, è minaccioso.

“Non si arriva ad essere l’unica voce solitaria in termini di ciò che facciamo qui, ciò che insegniamo qui, ciò che mostriamo in televisione qui”, ha detto. “Non puoi più farlo. È qui che si combatte”.

Lo vede come il prossimo capitolo della storia di ciò che significa essere un americano, di chi può scrivere la storia di questo paese. Ma non vede il paese superarlo senza combattere.

“Avremo un’esplosione”, ha detto. “Che sia letterale o figurativa. Sarà brutto”.

Per il signor Waddell, gli ultimi 18 mesi sono stati i più dolorosi della sua vita. Ha detto che l’esperienza lo ha cambiato e gli ha lasciato la sensazione che Enid, per quanto abbia cercato di costruirsi una vita lì, non si sente più come a casa.

Ha detto che sta lavorando sul perdono. Ma sta anche facendo domanda per lavori fuori dall’Oklahoma: Diverse applicazioni in Arizona sembrano promettenti.

Dell’elezione del Consiglio Comunale, ha detto: “Penso che il processo abbia funzionato. Si eleggono rappresentanti che riflettono i propri ideali. E queste persone lo fanno. Riflettono gli ideali di Enid. E sono d’accordo con questo”.

Carol Lahman, il procuratore della città di Enid, ha detto che la lotta per il mandato è stata “temporaneamente divisiva” ma che ha anche avuto un effetto positivo: attirare più persone nel processo decisionale. Ha detto che ama Enid perché la sua gente crede che il governo sia accessibile e che mostrarsi e dare voce alle preoccupazioni possa fare la differenza. “Sì, le persone differiscono su quale sia la direzione giusta di volta in volta”, ha detto. “È un lavoro in corso”.
La divisione a Enid, Okla, su una proposta di mandato per la maschera riflette una frattura più profonda sulle domande più fondamentali che una società può porsi: Cosa significa essere un americano? E quale versione del paese prevarrà? La divisione a Enid, Okla, su una proposta di mandato per le maschere rifletteva una frattura più profonda sulle domande più fondamentali che una società può porsi: Cosa significa essere un americano? E quale versione del paese prevarrà? Credito…Settembre Dawn Bottoms per il New York Times

La signora Crabtree ora partecipa a quasi tutte le riunioni del consiglio comunale. L’autore cristiano per cui lavora è ora in corsa per il Congresso. Lei stessa è stata scelta per un posto nel consiglio statale dell’istruzione, ma dopo una protesta per il fatto che era contro le maschere e i mandati dei vaccini e che lei fa le scuole a casa invece di partecipare alle scuole pubbliche, e alcuni messaggi minacciosi online, si è ritirata.

Tuttavia, è fiduciosa per il futuro.

È orgogliosa di suo figlio, che ha detto di avere a cuore il paese. È volato a Washington, D.C., il 6 gennaio per andare al discorso del signor Trump con suo padre. Ha detto che non hanno partecipato a ciò che è venuto dopo. Si è diplomato l’anno scorso, ma non ha voluto andare al college e “pagare 100.000 dollari per combattere l’indottrinamento”. Ha detto che ora lavora al Chick-fil-A e vuole insegnare ai suoi coetanei il patriottismo.

“Vuole raddrizzare tutti i torti del mondo”, ha detto. “Ha detto: ‘Mamma, non ho tempo per andare al college. Abbiamo un paese da salvare”.

A luglio, gli Enid Freedom Fighters hanno fatto una festa per l’anniversario di un anno. Hanno affittato una casa gonfiabile e mangiato hot dog e tacos in un parco locale. Un camioncino dei coni di neve è venuto con un gusto rosso, bianco e blu degli Enid Freedom Fighters.

“Abbiamo avuto successo?” Ha detto la signora Crabtree. “Assolutamente sì. Perché abbiamo imparato molto. Abbiamo educato un sacco di gente”.

Ha aggiunto: “Ci sono un sacco di persone che si stanno rendendo conto, oh, l’apatia non ci ha servito bene. Guardate dove siamo. Penso che sia meglio svegliarsi e farsi coinvolgere. Penso che la gente si stia svegliando”.

Robert Gebeloff ha contribuito alla segnalazione.

Pubblicato in medicina / medicine, Stati Uniti | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

I serbi in piazza contro le miniere di litio della Rio Tinto

La multinazionale anglo-australiana compre le terre serbe per farne miniere di litio, ma la popolazione non ci sta...

Articolo originale: https://www.theguardian.com/world/2021/dec/05/rio-tinto-lithium-mine-thousands-of-protesters-block-roads-across-serbia
Su Archive.org: https://web.archive.org/web/20211205084030/https://www.theguardian.com/world/2021/dec/05/rio-tinto-lithium-mine-thousands-of-protesters-block-roads-across-serbia

Miniera di litio Rio Tinto: migliaia di manifestanti bloccano le strade della Serbia

La folla ha scandito slogan di condanna del governo di Aleksandar Vučić, che sostiene la miniera anglo-australiana da 2,4 miliardi di dollari
I manifestanti bloccano un’autostrada sabato per protestare contro il piano della Rio Tinto di estrarre il litio in Serbia. Foto: AFP/Getty Images
Dom 5 dic 2021 01.55 GMT

Migliaia di manifestanti hanno bloccato le strade principali in tutta la Serbia sabato, mentre la rabbia si gonfiava su un piano sostenuto dal governo per consentire alla società mineraria Rio Tinto di estrarre il litio.

Continua a leggere
Pubblicato in tecnosfera / technosphere | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Come la Svezia ha evitato il disastro Covid

Il paese con meno restrizioni, e che all'inizio ha sofferto più degli altri, ma oggi è al ventunesimo posto tra i 31 paesi europei per mortalità da Covid.

Articolo originale: https://unherd.com/2021/11/how-sweden-swerved-covid-disaster/

Su Archive.org: https://web.archive.org/web/20211120014014/https://unherd.com/2021/11/how-sweden-swerved-covid-disaster/


Come la Svezia ha evitato il disastro Covid

Johan Anderberg

Johan Anderberg è un giornalista e autore di Flocken, un bestseller sulla storia dell’esperienza svedese durante la Covid-19.
johananderberg
8 novembre 2021

Cento anni fa, a New York City, 20.000 persone hanno marciato lungo la Fifth Avenue per protestare contro uno dei più grandi esperimenti di politica sanitaria pubblica della storia. Uno di loro portava un cartello con un’immagine de “L’ultima cena” di Leonardo da Vinci, accanto allo slogan “Il vino è stato servito”. C’erano poster di George Washington, Thomas Jefferson e Abraham Lincoln. Un altro recitava: “La tirannia in nome della giustizia è la peggiore di tutte le tirannie”.

Continua a leggere
Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , | 3 commenti

Capire dal tuo profilo social che sarai un delinquente

L'algoritmo che permette alla polizia di "predire" che sarai un delinquente, in base ai dati dei social..

Articolo originale: https://reclaimthenet.org/lapd-used-data-from-tool-that-enables-secret-online-spying/

Su Archive.org: https://web.archive.org/web/20211121053128/https://reclaimthenet.org/lapd-used-data-from-tool-that-enables-secret-online-spying/

18 novembre 2021

autore Ken Macon

La polizia beccata a usare uno strumento di spionaggio online per pianificare “pre-crimini”


Sempre più comune.

La startup tecnologica Voyager Labs aiuta le forze dell’ordine a utilizzare ciò che pubblichi sui social media e con chi interagisci per prevedere se hai o “pianifichi di” commettere un crimine. È una di un numero crescente di aziende che sostengono di poter utilizzare l’analisi dei social media per aiutare a prevedere e risolvere i crimini e ha aperto molte domande sulla privacy.

L’organizzazione no-profit Brennan Center ha ottenuto documenti attraverso richieste di libertà di informazione che hanno rivelato le strategie che Voyager utilizza violano le protezioni del primo emendamento. Per esempio, il software utilizza post sull’Islam e nomi utente dei social media che indicano l’orgoglio arabo come segni di potenziale inclinazione verso l’estremismo. Ma possono anche essere usati per prendere di mira qualsiasi gruppo.

Continua a leggere
Pubblicato in tecnosfera / technosphere, Uncategorized | Contrassegnato , | Lascia un commento

On the Ship of Fools

"What does it suggest to us that the protests against the "green pass" are perhaps the most criminalized, mystified, distorted and mocked of the last decades? The fear that a widespread resistance to the machine-world (in which digital orders are not discussed: they are carried out) is developing among the dirt of some of its immediate forms. Whether such resistance feeds on democratic, reactionary or egalitarian "myths," the Constitution, St. Michael the Archangel or Ned Ludd, is secondary for technocrats (when did they ever have principles, they). The crime of such resistance is simply to exist."


Source : https://ilrovescio.info/2021/11/08/sulla-nave-dei-folli/

On Archive.org: https://web.archive.org/web/20211119055356/https://ilrovescio.info/2021/11/08/sulla-nave-dei-folli/

On the ship of fools

Never before have we felt like the cabin boy Theodore Kaczynski spoke of in his short story The Ship of Fools. The story is well known. The ship – a metaphor of the techno-industrial society – is proceeding towards the icebergs on which it is destined to break up. The cabin boy sounds the alarm to his fellow passengers, trying to make them understand that changing course is the only choice that contains all the others (where to land and how to change the relationships among the crew; in short, those questions of freedom, equality and solidarity that have been posed to humans ever since domination, hierarchy and exploitation existed). The rest of the crew lists the problems they feel are far more serious and urgent to solve: wage differences, racism, sexism, homophobia and brutality towards animals. Insisting that in order to change life on the ship it is necessary for a ship to still exist – i.e. that the priority of changing course makes all other just claims secondary – the deckhand becomes the object of cross-examination from the crew: reactionary, speciesist, homophobic, sexist! The insults still resound as the ship smashes against the icebergs and sinks.

Continua a leggere
Pubblicato in Italian -> English, tecnosfera / technosphere | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

“Bloccare la realtà” nel Metaverso di Facebook

La "realtà aumentata" (AR) del Metaverso di Facebook permetterebbe di "bloccare la realtà" sgradita

Articolo originale: https://futurism.com/experts-augmented-reality-block

Su Archive.org: https://web.archive.org/web/20211122002733/https://futurism.com/experts-augmented-reality-block


Gli esperti dicono che l’AR potrebbe permettere alle persone di “bloccare la realtà” delle cose che non gli piacciono

Se pensavate che la polarizzazione fosse brutta durante le ultime due elezioni, preparatevi per la prossima iterazione del potere di Facebook e Mark Zuckerberg sulla realtà.

Gli esperti dicono a Business Insider che il Metaverso della società potrebbe consentire alle persone di “bloccare la realtà” le cose che non gli piacciono, anche nascondendo interi argomenti sgraditi dalla visione degli utenti.

Continua a leggere
Pubblicato in Inglese -> Italiano, tecnosfera / technosphere | Contrassegnato , , | Lascia un commento

La Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti chiede 55 anni per studiare i documenti, prima di rispondere a una richiesta di condividere i dati su cui si è basato nella licenza del vaccino COVID-19 della Pfizer. Articolo di oltre un anno fa.

Articolo originale: https://www.reuters.com/legal/government/wait-what-fda-wants-55-years-process-foia-request-over-vaccine-data-2021-11-18/

Su Archive.org: https://web.archive.org/web/20211122000022/http://www.reuters.com/legal/government/wait-what-fda-wants-55-years-process-foia-request-over-vaccine-data-2021-11-18/


Aspettare cosa? La FDA vuole 55 anni per elaborare la richiesta FOIA sui dati dei vaccini

Maryland, 29 agosto 2020. REUTERS/Andrew Kelly

(Reuters) – Le richieste di Freedom of Information Act sono raramente veloci, ma quando un gruppo di scienziati ha chiesto al governo federale di condividere i dati su cui si è basato nella licenza del vaccino COVID-19 di Pfizer, la risposta è andata oltre il tipico rinvio burocratico.

Come in 55 anni oltre.

Questo è il tempo che la Food & Drug Administration, nei documenti del tribunale di questa settimana, propone che le venga dato per rivedere e rilasciare la carrellata di documenti relativi al vaccino che rispondono alla richiesta. Se un giudice federale in Texas è d’accordo, i querelanti Public Health and Medical Professionals for Transparency possono aspettarsi di vedere la documentazione completa nel 2076.

Continua a leggere
Pubblicato in medicina / medicine | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

A Facebook lavorano in 60 per cercare di leggere nel pensiero

Articolo di quattro anni fa. Facebook mette 60 persone al lavoro per capire come leggere direttamente i nostri pensieri.

Articolo originale: https://www.theguardian.com/technology/2017/apr/19/facebook-mind-reading-technology-f8

Su Archive.org: https://web.archive.org/web/20210428150129/https://www.theguardian.com/technology/2017/apr/19/facebook-mind-reading-technology-f8

Facebook ha 60 persone che lavorano su come leggere la tua mente

Il social network dice di aver riunito un team per costruire una tecnologia che permette di ‘pensare’ comandi al tuo smartphone. Ma se pensate che questo faccia paura?


Ultima modifica Tue 28 Nov 2017 01.45 GMT

Decretare quanto gli smartphone siano diventati coinvolgenti e che tolgono l’attenzione è stato un modo inaspettato per un dirigente di Facebook, un’azienda che trae profitto dalla tua attenzione, di aprire un discorso. Ma è esattamente così che Regina Dugan, il capo dello skunkworks di innovazione di Facebook, Building 8, ha iniziato la sua presentazione alla conferenza degli sviluppatori dell’azienda F8 mercoledì.

Gli smartphone sono stati una forza potente nel mondo, ma hanno avuto alcune “conseguenze indesiderate”, ha detto.

Continua a leggere
Pubblicato in tecnosfera / technosphere | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

La tecnologia entra nei nostri sogni

I monopolisti della tecnosfera - Amazon, Google, Apple - cercano di impossessarsi anche dei nostri sogni


Articolo originale: https://aeon.co/essays/dreams-are-a-precious-resource-dont-let-advertisers-hack-them

Su Archive.org: https://web.archive.org/web/20211120094458/https://aeon.co/essays/dreams-are-a-precious-resource-dont-let-advertisers-hack-them

Dentro il tuo paesaggio dei sogni

Le tecniche di dream-hacking possono aiutarci a creare, guarire e divertirci. Potrebbero anche diventare strumenti di manipolazione commerciale

di Adam Haar Horowitz, Robert Stickgold & Antonio Zadra + BIO

I pubblicitari hanno iniziato a invadere il nostro sonno nel tentativo di mettere i loro prodotti nei nostri sogni. Questa non è né metafora né finzione; è un fatto. La notte prima del Super Bowl LV, la società di bevande Molson Coors ha eseguito quello che ha chiamato il “più grande studio di sogno del mondo”. Il loro obiettivo esplicito era quello di inserire immagini della birra Coors, insieme a immagini positive (di rinfrescanti fiumi alpini, per esempio), nella mente dei sognatori. Hanno assunto uno psicologo di Harvard per progettare stimoli di incubazione dei sogni, hanno incentivato la partecipazione con offerte di bevande gratuite e, in un colpo di marketing, la pop star Zayn Malik ha accettato di dormire su Instagram Live mentre aveva un sogno Coors incubato – anche se ha detto che l’intero progetto era “un po’ incasinato”.

Questo non è un caso isolato. Molteplici studi di marketing stanno testando apertamente nuovi modi per alterare e guidare il comportamento di acquisto attraverso il sonno e l’hacking dei sogni. Lo studio Future of Marketing 2021 dell’American Marketing Association di New York ha scoperto che, su più di 400 marketer di aziende in tutti gli Stati Uniti, il 77% di loro mira a impiegare la tecnologia dei sogni per la pubblicità nei prossimi tre anni. L’uso commerciale e a scopo di lucro dell’incubazione dei sogni – la presentazione di stimoli prima o durante il sonno per influenzare il contenuto dei sogni – sta rapidamente diventando una realtà.

Continua a leggere
Pubblicato in Inglese -> Italiano, tecnosfera / technosphere | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Firefox Privacy – La guida completa su come fare

Il browser migliore per chi non ama lavorare gratis per Bezos, Zuckerberg e Bill Gates. Con alcuni importanti accorgimenti.

Articolo originale: https://restoreprivacy.com/firefox-privacy/

Su Archive.org: https://web.archive.org/web/20210929092318/https://restoreprivacy.com/firefox-privacy/


Di Sven Taylor –

Questa guida contiene raccomandazioni aggiornate e regolazioni della privacy per Firefox, riviste per riflettere l’ultima versione e le nuove funzionalità (ottobre 2019).

Mozilla Firefox è probabilmente il miglior browser disponibile che combina forti funzioni di protezione della privacy, buona sicurezza, sviluppo attivo e aggiornamenti regolari. L’ultima versione di Firefox è veloce, leggera e piena di funzioni di privacy e sicurezza.

Continua a leggere
Pubblicato in autodifesa informatica / IT self defence, Inglese -> Italiano, tecnosfera / technosphere | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento